Interni

zoom

Sobrietà come regola estetica

2002-02-01


di Cristina Morozzi da Interni gennaio - febbraio 2002
...La collezione per la primavera -estate 2002 è stata presentata presso da Driade Mostre, in via Manzoni a Milano, sotto le volte affrescate del palazzo Gallarati Scotti, trasformato per l'occasione in una sorta d'atelier, simile al suo di Bergamo, dove silenti operavano le sue assisttenti, intente a stirare, piegare panni su un gran tavolo da lavoro, sferruzzare, sedute composte in poltrona, e cucire con la macchina a pedale. Ragazze in carne, con il volto pulito e luminoso di sana giovinezza, con in capo foulard annodati stretti, passavano composte, da una stanza all'altra, indossando gonne ampie, camice appena accostate, pantaloni e giacche simili ai pigiami del nonno, abiti che parevano drappeggiati addosso, realizzati in lino, seta cotone, maglie e uncinetto nei colori bianco, azzurro, rosso, nero e grigio.
La sua è una moda è pacata, fuori del coro delle tendenze, che ha origine dai gesti quotidiani, quelli che ormai le donne rifiutano, e che invece, come sostiene Daniela Gregis, valorizzano la persona aiutandola a riflettere e a gustare i sapori genuini della vita quotidiana... 

© daniela*gregis 2018. All rights reserved. P.iva 03441330168